INCENDIO AL MAMA BEACH OLBIA

Verso la mezzanotte scatta l’allarme del locale Mama Beach di Pittulongu ad Olbia, il proprietario avvisa tempestivamente i vigili del fuoco.

Sul posto i mezzi di soccorso dei vigili del fuoco di Olbia e Arzachena, intervenuti nell’ immediato per domare le fiamme. L’intera struttura esterna in legno è andata distrutta.

L’intervento dei soccorsi si è concluso alle prime luci dell’alba. Sono in corso le indagini per determinare le cause del rogo.

INCIDENTE MORTALE SULLA 131 DCN DIREZIONE OLBIA

Incidente mortale sulla 131 Dcn non lontano da Olbia. Un uomo di 60 anni a bordo del suo scooter, diretto ad Olbia, urtato da un’auto è stato sbalzato dalla sella, finendo sull’asfalto, è stato investito da un’altra autovettura. Per lui non c’è stato nulla da fare. Il tratto stradale è rimasto chiuso al traffico.

L’incidente è avvenuto in direzione Nuoro-Olbia all’altezza di Trudda. Sul posto il 118, polizia stradale di Olbia e Siniscola e i vigili del fuoco.

SOLINAS FIRMA LA NUOVA ORDINANZA CON NUOVE RESTRIZIONI

Solinas firma la nuova ordinanza, l’ingresso in Sardegna con la finalità di recarsi presso le proprie abitazioni diverse da quella principale (c.d. seconde case) da parte di persone “non residenti” è consentito solo in presenza di comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità e/o di indifferibilità documentata ovvero per motivi di salute e, comunque, secondo le prescrizioni dell’Ordinanza regionale n.5/2021.

Prima dell’imbarco i vettori e gli armatori
acquisiscono e verificano, oltre alla
ricevuta dell’avvenuta registrazione dei passeggeri sull’applicazione “Sardegna Sicura”, la documentazione attestante il possesso dei requisiti previsti dal DPCM del 2 marzo 2021 per gli spostamenti dalle Regioni di provenienza e dall’articolo 1 Ordinanza 9 del 17 marzo; è vietano l’imbarco nel caso in cui la predetta documentazione non sia completa o i passeggeri non siano in possesso dei sopracitati requisiti.

Le disposizioni avranno validità dal 18 marzo 2021 fino al 6 aprile 2021, fatto salvo quanto stabilito dall’articolo 5 che avrà decorrenza dal 23 marzo 2021.

ORDINANZA

FIRMATO IL NUOVO DPCM

Firmato il nuovo DPCM dal presidente del Consiglio che sarà in vigore dal 6 di marzo al 6 di aprile”

Ecco le linee guida principali del nuovo DPCM

ZONA GIALLA

SPOSTAMENTI
• Vietati gli spostamenti dalle 22.00 alle 5.00 del mattino.
• Vietati gli spostamenti tra Regioni diverse o Province autonome.
• Restano sempre le eccezioni per motivi di necessità, lavoro o salute. Sono permesse deroghe per ritornare ai luoghi di residenza, domicilio o abitazione.
Spostamenti verso abitazioni private
• È consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata che si trova nella stessa Regione, tra le 5.00 e le ore 22.00, a un massimo di due persone ulteriori a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono.

BAR E RISTORANTI
• Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00.
• Massimo quattro persone per tavolo, a meno che siano tutti conviventi.
• Dopo le ore 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico.
• Nessuna restrizione per la ristorazione con consegna a domicilio
• Fino alle 22.00 resta consentita la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto. Per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate da i codici Ateco 56.3 (bar e altri esercizi simili senza cucina) e 47.25 (commercio al dettaglio di bevande in esercizi specializzati) l’asporto è consentito esclusivamente fino alle 18.

ATTIVITÀ COMMERCIALI AL DETTAGLIO E CENTRI COMMERCIALI
• Chiusura dei centri commerciali nelle giornate festive e prefestive, tranne per i negozi di alimentari, supermercati, farmacie, parafarmacie, tabacchi ed edicole che si trovano al loro interno.
• Esercizi commerciali tutti aperti, con i consueti orari.

SERVIZI ALLA PERSONA
• Le attività relative ai servizi alla persona sono consentite nel rispetto dei protocolli e delle linee guida.

SCUOLA
• È prevista la facoltà, con decisioni dei Presidenti di Regione, di chiudere gli istituti con ricorso alla Dad nei territori dove si raggiunge un’incidenza di 250 casi ogni 100 mila abitanti.

ATTIVITÀ MOTORIA E SPORTIVA
• Consentito lo svolgimento di attività sportiva all’aperto e in forma individuale.
• Restano aperti i centri sportivi, ma restano chiuse le palestre e le piscine.

MUSEI E LUOGHI DELLA CULTURA
• Museiapertidal lunedìalvenerdìacondizionechesigarantiscanomodalità
di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di
personenel rispettodelladistanzadialmeno1 metro.
• Dal 27 Marzo 2021 musei aperti anche il sabato e i giorni festivi con
prenotazioneonlineotelefonicaalmenoconungiornodianticipo.


TEATRI, CINEMA, SALE DA CONCERTO
• Dal 27 marzo 2021 gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto possono svolgersi con posti a sedere pre assegnati e distanziati.
• Le attività possono svolgersi a condizione che siano approvati nuovi protocolli
o linee guida che indichino anche il numero massimo di spettatori per spettacoli all’aperto e per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala.


DISCOTECHE E SALE DA BALLO
• Restano sospese le attività dei centri culturali, centri sociali e centri ricreativi, le attività in sale da ballo e discoteche, all’aperto o al chiuso.

TRASPORTO PUBBLICO LOCALE
• Nei mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale, con esclusione del trasporto scolastico dedicato, è consentito un coefficiente di riempimento non superiore al 50 percento.

SCI
• Chiusi gli impianti nei comprensori sciistici. Gli stessi possono essere utilizzati solo da parte di atleti professionisti e non professionisti riconosciuti di interesse nazionale dal CONI e dal CIP per gli allenamenti e le competizioni.

CONCORSI E SELEZIONI
• Sospensione delle prove pre selettive e scritte dei concorsi pubblici e privati e di quelle di abilitazione professionale, tranne nei casi in cui la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari o in modalità telematica, e tranne le selezioni per il personale medico.
• Sono consentite le prove selettive dei concorsi banditi dallePA nei casi in cui è prevista la partecipazione di un numero di candidati non superiore a 30 per ogni sessione o sede di prova.

SALE GIOCHI
• Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.

CONVEGNI, CERIMONIE PUBBLICHE, RIUNIONI
• Restano sospesi i convegni e gli altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza.
• Le cerimonie pubbliche si svolgono nel rispetto dei protocolli e linee guida vigenti e in assenza di pubblico.
• Le riunioni nell’ambito delle pubbliche amministrazioni continuano a svolgersi in modalità a distanza; è fortemente raccomandato svolgere anche le riunioni private in modalità a distanza.

LAVORO
• Confermata la prevalenza dello smart working sia nella pubblica amministrazione che nel settore privato.

ZONA ARANCIONE

SPOSTAMENTI
• Vietati gli spostamenti dalle 22.00 alle 5.00 del mattino e quelli fuori dal proprio Comune e dalla propria Regione.
• Restano sempre le eccezioni per motivi di necessità, lavoro o salute.
• Sono permesse deroghe per ritornare ai luoghi di residenza, domicilio o abitazione.
• Nei piccoli comuni con massimo 5.000 abitanti sono consentiti spostamenti in un raggio di 30km con divieto di spostamento nei capoluoghi di provincia. Spostamenti verso abitazioni private
• È consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata che si trova nello stesso Comune, tra le 5.00 e le ore 22.00, a un massimo di due persone ulteriori a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non auto sufficienti che con loro convivono.

BAR E RISTORAZIONE
• Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie)
• Nessuna restrizione per la ristorazione con consegna a domicilio.
• Fino alle 22.00 resta consentita la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto. Per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dai codici Ateco 56.3(bar e altri esercizi simili senza cucina) e 47.25 (commercio al dettaglio di bevande in esercizi specializzati) l’asporto è consentito esclusivamente fino alle18.

ATTIVITÀ COMMERCIALI AL DETTAGLIO E CENTRI COMMERCIALI
• Esercizi commerciali tutti aperti, con i consueti orari, nel rispetto dei protocolli e delle misure anti contagio.
• Nelle giornate festive e pre festive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei mercati e dei centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie.

SCUOLA
• È prevista la facoltà, con decisioni dei Presidenti di Regione, di chiudere gli istituti con ricorso alla Dad nei territori dove si raggiunge un’incidenza di 250 casi ogni 100 mila abitanti.

MUSEI E LUOGHI DELLA CULTURA
• Sono sospesi le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura ad eccezione delle biblioteche dove i servizi sono offerti su prenotazione e degli archivi.

ZONA ROSSA

SPOSTAMENTI
• È vietato ogni spostamento, sia nel proprio Comune che verso altri Comuni, ad eccezione degli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.
• Vietati gli spostamenti da una Regione all’altra.
• È consentito lo spostamento per il rientro nel proprio domicilio, abitazione o residenza.

BAR E RISTORANTI
• Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie).
• Nessuna restrizione per la ristorazione con consegna a domicilio.
• Fino alle 22.00 resta consentita la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto .Per i soggetti che svolgono come attività prevalente una diquelle identificate da i codici Ateco 56.3(bar e altri esercizi simili senza cucina) e 47.25 (commercio al dettaglio di bevande in esercizi specializzati) l’asporto è consentito esclusivamente fino alle 18.

ATTIVITA COMMERCIALI
• Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, ad eccezione delle attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità sia negli esercizi di vicinato sia nelle medie e grandi strutture di vendita, anche ricompresi nei centri commerciali.
• Chiusi i mercati, ad eccezione delle attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici.
• Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie.

SERVIZI ALLA PERSONA
• Sono sospese le attività inerenti servizi alla persona ad eccezione delle lavanderie, tintorie e servizi pompe funebri.
• Chiusi barbieri e parrucchieri.


ATTIVITA’ LAVORATIVA
• I datori di lavoro pubblici limitano la presenza del personale nei luoghi di lavoro per assicurare esclusivamente le attività che ritengono in differibili e che richiedono necessariamente tale presenza, anche in ragione della gestione dell’emergenza.

SCUOLA
• Chiusura e didattica a distanza per tutte le scuole di ogni ordine e grado.ù

ATTIVITÀ MOTORIA E SPORTIVA
• Sono sospese tutte le competizioni sportive salvo quelle riconosciute di interesse nazionale dal CONI e dal CIP. Sospese le attività nei centri sportivi.
• Resta consentito svolgere attività motoria nei pressi della propria abitazione e attività sportiva solo all’aperto in forma individuale.

MUSEI E LUOGHI DELLA CULTURA
• Sono sospesi le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura ad eccezione delle biblioteche dove i servizi sono offerti su prenotazione e degli archivi.

ZONA BIANCA

• Regioni con uno scenario di “tipo1”, un livello di rischio “basso” e una incidenza dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100.000abitanti.
• In area “bianca” non si applicano le misure relative alla sospensione o al divieto di esercizio delle attività restrittive ad eccezione della disposizione riguardante le competizioni sportive agonistiche nazionali e i relativi allenamenti. Le attività continuano a svolgersi secondo i protocolli anti contagio.
• Restano sospesi gli eventi che implichino assembramenti in spazi chiusio all’aperto, comprese le manifestazioni fieristiche e i congressi e le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso.

COMUNICAZIONE DEL SINDACO DI SAN TEODORO

Gentilissimi concittadini, in relazione ad alcune informazioni ricevute, chiunque in questi giorni sia risultato positivo al COVID-19 o sia entrato in contatto con persone risultate positive al COVID-19, è pregato di contattare tempestivamente il numero 348 25 72 772 o comunicarlo all’indirizzo mail dedicato comunicazionicovid@comunesanteodoro.gov.it, oltreché al proprio medico di medicina generale e di seguire le indicazioni ricevute in modo rigoroso e responsabilile.

Questa segnalazione volontaria è molto importante per permettere di attivare tempestivamente tutte le procedure e sollecitare la stessa ATS qualora necessario.

Ricordiamoci sempre di applicare tutte le regole di precauzione

  • indossiamo sempre la mascherina;
  • manteniamo il distanziamento,
  • evitiamo gli assembramenti;
  • igienizziamo le mani il più possibile.

Il Sindaco
Rita Deretta

AMBULATORIO MOBILE A NUORO PER ASSISTENZA MALATI A CASA

Nasce associazione di mutuo soccorso, volontari professionisti per curare a casa pazienti COVID.

Un ambulatorio-laboratorio mobile dotato di strumentazione diagnostica portatile di alto livello tecnologico e di un’equipe di professionisti, per curare a casa i pazienti della provincia di Nuoro colpiti da Covid-19. È l’iniziativa di un gruppo di medici e infermieri volontari. Molti malati possono essere curati nelle proprie abitazioni ed è in quest’ottica che il gruppo di professionisti ha deciso di creare un’Unità mobile di mutuo soccorso (Umms), associazione di volontariato no profit intitolata alla signora Maria Teresa Sanna Cabras di Torpè, vittima del coronavirus e madre di Antonello Domenico Cabras, responsabile della struttura semplice di Ematopatologia della Fondazione Irccs, Istituto nazionale dei tumori di Milano, fra i promotori dell’iniziativa.

Le squadre di intervento sono composte per ora da 9 professionisti tra medici operativi a domicilio, medici consulenti e infermieri. “Siamo all’apice della pandemia da coronavirus e le strutture pubbliche stanno andando in affanno – ha spiegato Cabras, presidente onorario dell’associazione – .Ci è sembrato doveroso metterci a disposizione per integrare e supportare le strutture pubbliche, diventando promotori di un progetto quasi pioneristico nell’ambito del Covid 19. Ho personalmente avuto modo di partecipare con i colleghi all’attività assistenziale domiciliare, toccando con mano la bellezza etica del nostro operato, amplificata emotivamente per quanto mi riguarda, da un recente trascorso familiare tragico con questa malattia”.

L’Umms ha già ricevuto numerose donazioni tra cui un’ambulanza donata dall’Associazione nazionale azione sociale (Anas), che sarà dotata di un ecografo palmare di ultima generazione per la valutazione precoce delle polmoniti interstiziali, di un analizzatore ematico palmare in grado di fornire in pochi minuti risultati diagnostici e di un elettrocardiografo tascabile. “Nell’attesa che l’ambulatorio mobile sia operativo e vista l’urgenza di alcune situazioni cliniche, i nostri medici e infermieri hanno iniziato a lavorare nel territorio con mezzi propri – ha aggiunto il presidente dell’Umms, Angelo Arcadu -. L’aspetto economico è fondamentale per poter acquistare i dpi e tutto il necessario per essere pienamente operativi. Serve la disponibilità di professionisti per accontentare le richieste.

AGIORNAMENTO COVID-19 A SAN TEODORO

Comunicazione del Sindaco Rita Deretta in merito alla situazione COVID in San Teodoro.


Ad oggi 08/01/2021, in seguito agli ultimi aggiornamenti pervenuti, risultano ancora positive 9 persone mentre 9 sono in attesa dell’esito del tampone molecolare eseguito presso l’ATS o della certificazione della stessa ATS relativamente alla fine della quarantena. Confermo che i positivi sono tutti in isolamento domiciliare e seguiti dall’ATS e dai rispettivi medici di base, le loro condizioni generali sono buone e rinnovo loro i migliori auguri di pronta guarigione.

𝗩𝗶 𝗰𝗵𝗶𝗲𝗱𝗼 𝗱𝗶 𝗰𝗼𝗻𝘁𝗶𝗻𝘂𝗮𝗿𝗲 𝗮𝗱 𝗼𝘀𝘀𝗲𝗿𝘃𝗮𝗿𝗲 𝗶𝗻 𝗺𝗼𝗱𝗼 𝘀𝗲𝗿𝗶𝗼 𝗲 𝗿𝗲𝘀𝗽𝗼𝗻𝘀𝗮𝗯𝗶𝗹𝗲 𝗰𝗼𝗺𝗲 𝗮𝘃𝗲𝘁𝗲 𝗳𝗮𝘁𝘁𝗼 𝗳𝗶𝗻𝗼𝗿𝗮, 𝗾𝘂𝗮𝗻𝘁𝗼 𝗽𝗿𝗲𝘃𝗶𝘀𝘁𝗼 𝗱𝗮𝗹𝗹𝗲 𝗱𝗶𝘀𝗽𝗼𝘀𝗶𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶 𝗶𝗻 𝗺𝗮𝘁𝗲𝗿𝗶𝗮 𝗱𝗶 𝗰𝗼𝗻𝘁𝗿𝗼𝗹𝗹𝗼 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗱𝗶𝗳𝗳𝘂𝘀𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗱𝗲𝗹 𝗖𝗼𝘃𝗶𝗱-𝟭𝟵.

Come sempre chi dovesse trovarsi nella condizione di isolamento fiduciario in seguito ad esito positivo del test antigenico/rapido, può comunicarlo all’indirizzo mail dedicato comunicazionicovid@comunesanteodoro.gov.it o contattare il numero 3482572772. Questa segnalazione volontaria è molto importante per permettere di attivare tempestivamente tutte le procedure e sollecitare la stessa ATS qualora necessario.
Al seguente link è possibile scaricare l’Ordinanza n. 43/2020 nella quale potrete reperire tutte le indicazioni necessarie per il corretto smaltimento dei rifiuti solidi urbani conferiti da parte degli utenti positivi al Covid-19:
https://comunesanteodoro.gov.it/notizie/301352/emergenza-covid-gestione-rifiuti-urbani-prodotti

Ricordiamoci sempre di applicare tutte le regole di precauzione:
📌 indossiamo sempre la mascherina;
📌 manteniamo il distanziamento, evitiamo gli assembramenti;
📌 igienizziamo le mani il più possibile.

È fondamentale che ognuno di noi si autodetermini per adottare tutte le misure necessarie a contenere il rischio di diffusione del Coronavirus.

NUOVO DECRETO DAL 7 AL 15 GENNAIO

Nella notte è stato approvato il nuovo Decreto che prevede le nuove norme in vigore dal 7 al 15 gennaio.

Per il periodo compreso tra il 7 e il 15 gennaio c’è il divieto, su tutto il territorio nazionale, di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, tranne che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma, con il divieto di spostamenti tra comuni salvo che per motivate esigenze di lavoro, salute e necessità, mentre negli altri giorni vigerà una fascia ‘gialla rafforzata’ con lo stop, quindi, agli spostamenti tra le Regioni

7 e 8 gennaio

Tutta Italia zona gialla rafforzata con coprifuoco dalle 22 alle 5, spostamenti liberi ma soltanto all’interno della propria Regione; attività di ristorazione fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, consentite dalle 5 fino alle 18 (il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi. Dopo le 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico), ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive consentita senza limiti di orario limitatamente ai propri clienti. Consentita la ristorazione con consegna a domicilio e, fino alle 22, l’asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Centri commerciali chiusi nei giorni festivi e pre-festivi, ma rimangono aperti negozi alimentari, farmacie, parafarmacie ed edicole collocati al loro interno; aperti i negozi al dettaglio fino alle 21, restano chiusi musei, mostre, piscine, palestre, teatri, cinema. Restano aperti i centri sportivi; Mascherina sempre obbligatoria, così come il distanziamento sociale.

 il 9 e 10 gennaio

Nei giorni 9 e 10 gennaio, si continua con l’applicazione, su tutto il territorio nazionale, delle misure previste per la cosiddetta “zona arancione”. Saranno comunque consentiti, negli stessi giorni, gli spostamenti dai Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, entro 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

Ci si potrà spostare una sola volta al giorno

È consentito, dal 7 al 15, lo spostamento verso una sola abitazione privata una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le 5 e le 22, e nei limiti di 2 persone ulteriori rispetto a quelle già conviventi e oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

Scuole

Le scuole superiori riapriranno solamente l’11 gennaio. Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge contenente le nuove regole (valide fino al 15 gennaio) e le nuove misure anti-contagio. Come si legge nel comunicato diffuso da Palazzo Chigi in piena notte, il decreto interviene anche sull’organizzazione dell’attività didattica delle scuole superiori, con “la previsione della ripresa dell’attività in presenza, per il 50% degli studenti, a partire dal prossimo 11 gennaio”. Scuole elementari e medie, invece, riprenderanno normalmente – e in presenza – il 7 gennaio.

SAN TEODORO – ARRIVANO I BABBI NATALE IN MOTO

L’Amministrazione Comunale, in collaborazione con l’Associazione “Il mondo di Alecos” e Babbi Natale motociclisti ha organizzato un piccolo momento di festa e condivisione rivolto ai bambini e ai ragazzi della nostra Comunità.

🎅🏻 𝗠𝗲𝗿𝗰𝗼𝗹𝗲𝗱𝗶̀ 𝟮𝟯 𝗱𝗶𝗰𝗲𝗺𝗯𝗿𝗲 la banda dei Babbi Natale, in sella alle loro moto, passerà in tutte le frazioni e nel centro cittadino per regalare un sorriso e consegnare dei doni agli alunni della Scuola Materna, Primaria e Secondaria, oltre ad una visita al Micronido.

🎁 I Babbi Natale inizieranno la consegna da Monte Petrosu per terminare il giro al centro di San Teodoro, secondo il calendario in foto.

𝐼𝑛𝑣𝑖𝑡𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑖 𝑔𝑒𝑛𝑖𝑡𝑜𝑟𝑖 𝑒 𝑖 𝑟𝑎𝑔𝑎𝑧𝑧𝑖 𝑎𝑑 𝑖𝑛𝑑𝑜𝑠𝑠𝑎𝑟𝑒 𝑠𝑒𝑚𝑝𝑟𝑒 𝑙𝑎 𝑚𝑎𝑠𝑐ℎ𝑒𝑟𝑖𝑛𝑎 𝑑𝑖 𝑝𝑟𝑜𝑡𝑒𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑒𝑑 𝑒𝑣𝑖𝑡𝑎𝑟𝑒 𝑔𝑙𝑖 𝑎𝑠𝑠𝑒𝑚𝑏𝑟𝑎𝑚𝑒𝑛𝑡𝑖.

Un particolare ringraziamento a tutto il Direttivo del Gruppo di maggioranza per la grande disponibilità e supporto all’iniziativa.

OFFERTA LAVORO SAN TEODORO

CPI di Olbia: L.R. 9/2016, ART. 29 – approvazione schema di avviso pubblico comune di San Teodoro

ENTE/AZIENDA SAN TEODORO

PROFILO/QUALIFICA n. 2 impiegato d’ archivio

SEDE DI LAVORO San Teodoro

REQUISITI PRINCIPALI Vedi avviso

PRESENTAZIONE DOMANDE E SCADENZA

È di imminente pubblicazione l’avviso con le date di presentazione della domanda

Per partecipare alla presente selezione ed essere inseriti in graduatoria, gli interessati dovranno compilare un form on line di invio candidatura presente sul sito www.sardegnalavoro.it  nell’ apposita sezione servizi online per i cittadini /avvisi pubblici di selezione – sono disponibili i seguenti canali di supporto: 0707790900 –   mail aspal.registrazionesil@aspalsardegna.it

CONTRATTO

tempo determinato 4 mesi part time – CCNL metalmeccanico industria

INFO Centro per l’Impiego di Olbia – Via Romagna 10 – tel.070 7593 132- 123 -114-143 mail aspal.cpiolbia@regione.sardegna.it

1 2 3 8